Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

L'ESSERE HA BISOGNO DELL'UOMO


Il mondo non può essere ciò che è e come è, grazie all’uomo, ma neppure senza l’uomo. Ciò dipende a mio parere dal fatto che quello che io, con una parola di lunghissima tradizione e dai molti significati ed ora in disuso, chiamo «l’essere», ha bisogno dell’uomo per la sua rivelazione, custodia e configurazione. L’essenza della tecnica io la vedo in ciò che chiamo l’ «im-pianto», un’espressione spesso derisa e forse poco elegante. Il dominio dell’«impianto» significa: l’uomo è collocato, impegnato e provocato da una potenza che diviene palese nell’essenziare della tecnica e che egli stesso non signoreggia. Far capire questo: di più il pensiero non pretende. La filosofia è alla fine.
M. Heidegger Ormai solo un Dio ci può salvare
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paolo Cognetti: Le otto montagne

REGGIA DI VENARIA REALE

Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna

Fa sempre più freddo. Lucas dice a Yasmine:
-Mathias ha bisogno di vestiti pesanti, e tu anche.
Yasmine dice:
- So lavorare a maglia. Avrei bisogno della lana e dei ferri.
Lucas compra una cesta di gomitoli di lana e ferri da calza di varie dimensioni. Yasmine fa dei maglioni, dei calzettoni, delle sciarpe, dei guanti, dei berretti. Con gli avanzi della lana, confeziona delle coperte di tutti i colori. Lucas le fa i complimenti.
Yasmine dice:
- So anche cucire. A casa avevo la macchina per cucire di mia madre.
A. Kristof, Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna, Einaudi.