Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

VISUALIZZAZIONI BLOG

Kandinskij: VERSO L'ALTO

Kandinskij: VERSO L'ALTO Collezione Peggy Guggenheim, Venezia. Anche durante gli anni del Bauhaus (1921-33), quando la natura non figurativa e geometrica dei suoi dipinti era portata agli estremi, Kandinskij lasciava che rimanesse riconoscibile la sorgente narrativa del suo astrattismo. Verso l'alto è un classico esempio di questo tipo. In questo dipinto a olio su cartone le superfici geometriche dai densi colori spenti sono semplici e hanno contorni decisi, ma sono chiaramente basate sul busto umano. Kandinskij fu fortemente influenzato da Paul Klee e in effetti verso l'alto potrebbe essere confusa con un'opera dello stesso Klee. Questi aveva abitato vicino a Kandinskij nel 1908 e ventanni dopo i due si ritrovarono ancora vicini al Bauhaus a Dessau. Kandinskij Galleria d'arte. I maestri della pittura dal Rinascimento ai grandi protagonisti dell'arte moderna. Volume 27.

IL MITO

Il mito è una parola di origine greca che significa racconto o narrazione. I miti erano storie sacre, spesso a carattere fantastico, che narravano vicende impossibili di esseri straordinari, alle quali però gli antichi credevano fermamente. I greci, gli assiri, i babilonesi, gli egizi, i maya, gli aztechi ....- insomma i popoli dell'antichità - inventavano continuamente  miti che avevano per tema la storia del mondo, le origini delle creature, il rapporto tra uomo e divinità, il mistero della vita e della morte. Questi temi da sempre fondamentali per l'uomo, compaiono nelle narrazioni mitiche di tutti i popoli, al di là del tempo e del luogo in cui hanno vissuto. La storia del diluvio universale, per esempio è presente seppure con delle varianti in molte civiltà. Accanto a questi miti fondamentali, comuni a diverse culture, ne esistevano altri che rispondevano ai bisogni particolari della civiltà in cui nascevano. Questi miti raccontavano la storia del popolo e della sua reli

MUSEO PEGGY GUGGRNHEIM