Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

UNA PAROLA



Una parola, una frase: dalle cifre emergono
Vita conosciuta, senso improvviso,
il sole è immoto, le sfere tacciono
e tutto s’addenza verso di essa.
Una parola – un fulgore, un volo, un fuoco,
una fiammata, uno striscio di stelle -,
e di nuovo buio, immenso,
nel vuoto spazio intorno al mondo e a me.
G. Benn
1 commento

Post popolari in questo blog

Paolo Cognetti: Le otto montagne

REGGIA DI VENARIA REALE

Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna

Fa sempre più freddo. Lucas dice a Yasmine:
-Mathias ha bisogno di vestiti pesanti, e tu anche.
Yasmine dice:
- So lavorare a maglia. Avrei bisogno della lana e dei ferri.
Lucas compra una cesta di gomitoli di lana e ferri da calza di varie dimensioni. Yasmine fa dei maglioni, dei calzettoni, delle sciarpe, dei guanti, dei berretti. Con gli avanzi della lana, confeziona delle coperte di tutti i colori. Lucas le fa i complimenti.
Yasmine dice:
- So anche cucire. A casa avevo la macchina per cucire di mia madre.
A. Kristof, Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna, Einaudi.