Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

IL MONDO CHE VORREI


Ed è proprio quello che non si potrebbe

quello che vorrei,

ed è sempre quello che non si farebbe

quello che farei,

ed è come quello che non si direbbe

che direi


che vorrei

non si può sorvolare le montagne

non può andare dove vorresti andare

sai cosa c’è ogni cosa resta qui

qui si può solo piangere

e alla fine non si piange neanche più

ed è proprio quando arrivo lì
che già ritornerei

ed è sempre quando sono qui
che io ripartirei

ed è come quello che non c’è


quando penso che non è cosi
il mondo che vorrei

non si può fare quello che si vuole

non si può spingere solo l’acceleratore

guarda un pò ci si deve accontentare

qui si può solo perdere

e alla fine non si perde neanche più!

Vasco Rossi

Commenti

Post popolari in questo blog

REGGIA DI VENARIA REALE

Paolo Cognetti: Le otto montagne

I SIMBOLI SESSUALI NEI SOGNI INDIVIDUATI DA FREUD

Benché lo studio dei simboli del sogno non sia affatto completo, siamo in grado di esporre con certezza delle affermazioni generali e delle informazioni particolari sull'argomento. Ci sono simboli che hanno un significato unico quasi universalmente: così l'imperatore o l'imperatrice (il re o la regina), rappresentano i genitori, le stanze rappresentano le donne e le loro entrate e uscite gli orifizi del corpo. La maggior parte dei simboli del sogno serve a rappresentare persone, parti del corpo e attività di interesse erotico; in particolare i genitali sono rappresentati da numerosi simboli spesso sorprendenti, e la più grande varietà di oggetti serve ad indicarli simbolicamente. Armi appuntite, oggetti lunghi e rigidi, come tronchi e bastoni, rappresentano l'organo genitale maschile; mentre armadi, scatole, carrozze e forni rappresentano l'utero. In tali casi il tertium comparationis, l'elemento comune in queste sostituzioni, è immediatamente comprensibile, ma…