Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

HANNAH ARENDT: RELIGIONE E POLITICA

A prescindere da quali altre influenze storiche possano aver contribuito all'elaborazione della dottrina dell'inferno, essa continuò a essere utilizzata durante l'antichità per scopi politici. Il cristianesimo l'adottò ufficialmente solo dopo  che il suo sviluppo puramente religioso era giunto al termine. Quando nei primi secoli del Medioevo la Chiesa cristiana divenne sempre più consapevole e desiderosa di farsi carico delle proprie responsabilità politiche, la dottrina cristiana si trovò di fronte ad una perplessità analoga a quella della filosofia politica platonica. Entrambe cercarono di imporre dei criteri assoluti ad una sfera che appare per essenza relativa, per di più in presenza dell'eterna condizione umana per cui il peggio che un uomo possa fare ad un altro uomo è di ucciderlo, cioè di far accadere ciò che un giorno dovrà capitargli comunque. Il miglioramento di questa condizione fornito dalla dottrina dell'inferno consiste proprio nel fatto che il castigo può significare qualcosa di più della morte eterna, ovvero una sofferenza eterna che spinge l'anima ad agognare la morte. La caratteristica politica più rilevante del nostro mondo secolare moderno sembra proprio essere questa: che un numero sempre crescente di persone sta perdendo la fede nell'esistenza di ricompense e castighi dopo la morte, mentre il funzionamento delle coscienze individuali o la capacità della moltitudine di percepire le verità invisibili è rimasta politicamente inaffidabile come sempre.
H. ARENDT RELIGIONE E POLITICA

Commenti

Post popolari in questo blog

I SIMBOLI SESSUALI NEI SOGNI INDIVIDUATI DA FREUD

Benché lo studio dei simboli del sogno non sia affatto completo, siamo in grado di esporre con certezza delle affermazioni generali e delle informazioni particolari sull'argomento. Ci sono simboli che hanno un significato unico quasi universalmente: così l'imperatore o l'imperatrice (il re o la regina), rappresentano i genitori, le stanze rappresentano le donne e le loro entrate e uscite gli orifizi del corpo. La maggior parte dei simboli del sogno serve a rappresentare persone, parti del corpo e attività di interesse erotico; in particolare i genitali sono rappresentati da numerosi simboli spesso sorprendenti, e la più grande varietà di oggetti serve ad indicarli simbolicamente. Armi appuntite, oggetti lunghi e rigidi, come tronchi e bastoni, rappresentano l'organo genitale maschile; mentre armadi, scatole, carrozze e forni rappresentano l'utero. In tali casi il tertium comparationis, l'elemento comune in queste sostituzioni, è immediatamente comprensibile, ma…

Willis George Emerson: Il DIO FUMOSO

Eden: la culla della razza umana
La nostra sorpresa fu indescrivibile quando, nel mezzo di una sala magnifica, regale e grandissima, fummo portati innanzi al Gran Sacerdote, Governatore di tutta quella terra. Era riccamente vestito, era il più alto di tutti quelli che erano intorno a lui, non meno di 4,5 m. L’immensa stanza nella quale ci ricevette, era rifinita in solide lastre d’oro, fittamente ornata da gioielli di sbalorditiva brillantezza. La città di Eden è situata in una bella valle, situata nella montagna più alta, un altopiano del Continente Interno, molto più alta delle montagne circostanti. E’ il posto più bello che abbia mai visto in tutti i miei viaggi. In questo giardino elevato, tutti i generi di frutta, viti, arbusti, alberi e fiori
crescevano in clamorosa abbondanza.
In questo parco, un’enorme fontana artesiana, è la sorgente di quattro fiumi. Si dividevano e fluivano in quattro direzioni. Questo posto è chiamato dagli abitanti “l’ombelico della Terra” o all’inizio, “…

Gadamer: l'ermeneutica