Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

I DEMONI

Ariel's Graphic



Da parte di Stavrogin.

Io, Nicolàj Stavrogin, ufficiale in congedo, vivevo nel 186… a Pietroburgo, dedito agli stravizi, nei quali non trovavo alcun piacere. Ebbi allora per un certo tempo tre alloggi. In uno abitavo regolarmente; avevo delle stanze ammobiliate con pensione e servizio e nella stessa casa abitava allora anche Mar’ja Lebjàdkina, ora mia legittima moglie. Gli altri due alloggi li avevo presi in affitto a mesata per le mie scappate: in uno ricevevo una signora mia amante, e nell’altro la sua cameriera, e per qualche tempo accarezzai l’idea di far incontrare in casa mia la padrona e la ragazza. Conoscendo i caratteri di tutte e due, mi ripromettevo da questo scherzo un grande spasso.
Dostoevskij I Demoni
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paolo Cognetti: Le otto montagne

REGGIA DI VENARIA REALE

Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna

Fa sempre più freddo. Lucas dice a Yasmine:
-Mathias ha bisogno di vestiti pesanti, e tu anche.
Yasmine dice:
- So lavorare a maglia. Avrei bisogno della lana e dei ferri.
Lucas compra una cesta di gomitoli di lana e ferri da calza di varie dimensioni. Yasmine fa dei maglioni, dei calzettoni, delle sciarpe, dei guanti, dei berretti. Con gli avanzi della lana, confeziona delle coperte di tutti i colori. Lucas le fa i complimenti.
Yasmine dice:
- So anche cucire. A casa avevo la macchina per cucire di mia madre.
A. Kristof, Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna, Einaudi.