Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

PROSLOGION


CAPITOLO XV
DIO È PIÙ GRANDE DI TUTTO CIÒ CHE PUÒ ESSERE PENSATO
1. Dunque, o Signore, tu sei non solo ciò di cui non può pensarsi nessuna cosa maggiore, ma sei anche più grande di tutto ciò che può essere pensato. Dato che si può pensare che esista una cosa siffatta, allora, se tu non sei questa cosa, si può pensare che qualcosa sia più grande di te. E ciò non può accadere.

CAPITOLO XVI
QUESTA È LA LUCE INACCESSIBILE IN CUI DIO ABITA

1. Certamente, o Signore, questa è la luce inaccessibile, in cui tu abiti. Certamente non esiste cosa che possa penetrare in essa in modo da vederti fino in fondo. Certamente io non la vedo, perché essa è troppo forte per me, e tuttavia tutto ciò che vedo, lo vedo per quella luce , come il debole occhio vede tutto quello che vede mediante quella luce del sole, che non può vedere nel sole stesso.
Anselmo d’Aosta Proslogion
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Paolo Cognetti: Le otto montagne

REGGIA DI VENARIA REALE

Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna

Fa sempre più freddo. Lucas dice a Yasmine:
-Mathias ha bisogno di vestiti pesanti, e tu anche.
Yasmine dice:
- So lavorare a maglia. Avrei bisogno della lana e dei ferri.
Lucas compra una cesta di gomitoli di lana e ferri da calza di varie dimensioni. Yasmine fa dei maglioni, dei calzettoni, delle sciarpe, dei guanti, dei berretti. Con gli avanzi della lana, confeziona delle coperte di tutti i colori. Lucas le fa i complimenti.
Yasmine dice:
- So anche cucire. A casa avevo la macchina per cucire di mia madre.
A. Kristof, Trilogia della città di K. Il grande quaderno la prova La terza menzogna, Einaudi.