Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

IL MITO

Il mito è una parola di origine greca che significa racconto o narrazione. I miti erano storie sacre, spesso a carattere fantastico, che narravano vicende impossibili di esseri straordinari, alle quali però gli antichi credevano fermamente. I greci, gli assiri, i babilonesi, gli egizi, i maya, gli aztechi ....- insomma i popoli dell'antichità - inventavano continuamente  miti che avevano per tema la storia del mondo, le origini delle creature, il rapporto tra uomo e divinità, il mistero della vita e della morte. Questi temi da sempre fondamentali per l'uomo, compaiono nelle narrazioni mitiche di tutti i popoli, al di là del tempo e del luogo in cui hanno vissuto. La storia del diluvio universale, per esempio è presente seppure con delle varianti in molte civiltà.
Accanto a questi miti fondamentali, comuni a diverse culture, ne esistevano altri che rispondevano ai bisogni particolari della civiltà in cui nascevano. Questi miti raccontavano la storia del popolo e della sua religione, la fondazione della città e delle sue istituzioni, l'origine dei riti, delle leggi e dei divieti, fissando norme di comportamento sociale e morale.
C. Cerrito R. Messineo B. Montagni Primo Piano. Epica Poesia Teatro Scrittura Attualità
Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA DONNA ETRUSCA

Le donne etrusche non soltanto godevano di maggior libertà delle romane nella vita privata, ma esercitavano nella società civile un ruolo preponderante, al quale le matrone della Roma antica non potevano aspirare, malgrado l'autorità ben meritata per le loro virtù. Ciò risulta in modo perspicuo dal personaggio Tanaquilla, quale Tito Livio lo descrisse non senza stupore, e nella parte assunta da questa donna straordinaria nell'elevazione del marito Tarquinio Prisco, a re di Roma.[...] Non c'era alcunché di più solenne e nel medesimo tempo di più normale dell'arrivo di questa famigliola di ricchi emigranti, il futuro Tarquinio e la moglie Tanaquilla, quando su un carro [...] sul quale erano accatastati i loro  mobili, giunsero un giorno in vista di Roma. Dopo aver viaggiato lungo quella che sarebbe stata la via Aurelia, dalla sommità del Gianicolo, i due coniugi scoprirono. distesa in un'ansa del Tevere, una Roma primitiva, con le sue capanne di contadini e di pasto…

LABIRINTO DELLA MASONE DI FRANCO MARIA RICCI

Labirinto, collezione privata e mostra di Carlo Mattioli

FILIPPO ALBERTIN: ANNI LUCE