Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

DIFFERENZA TRA GIUSTIZIA POLITICA E GIUSTIZIA FAMILIARE SECONDO ARISTOTELE

DIFFERENZA TRA GIUSTIZIA POLITICA E GIUSTIZIA FAMILIARE SECONDO ARISTOTELE

Si può partire dalla differenza che Aristotele istituisce  fra giustizia politica e giustizia familiare. La prima, regolata dalla legge, governa i rapportii fra soggetti autonomi e pari fra loro; la seconda invece – la giustizia del padrone verso lo schiavo, del padre verso il figlio, del marito verso la moglie – non accade nello spazio aperto della politicità ma in quello domestico, prevede rapporti asimmetrici  e soprattutto non ha propriamente a che fare con altri soggetti, ma con se stessi, perché i familiari sono in un certo senso “parte di noi”…..  La differenza non impedisce ad Aristotele di istaurare una specularità fra i due ordini di rapporti, con il doppio vantaggio di poter interpretare le forme del potere familiare sul modello razionale di quelle politiche, facendo della famiglia una micro-polis, e viceversa di fondare il potere politico sulla naturalità propria di quello familiare, quasi la città fosse, almeno da questo punto di vista, una grande famiglia.
Vegetti L’etica degli antichi.
Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA DONNA ETRUSCA

Le donne etrusche non soltanto godevano di maggior libertà delle romane nella vita privata, ma esercitavano nella società civile un ruolo preponderante, al quale le matrone della Roma antica non potevano aspirare, malgrado l'autorità ben meritata per le loro virtù. Ciò risulta in modo perspicuo dal personaggio Tanaquilla, quale Tito Livio lo descrisse non senza stupore, e nella parte assunta da questa donna straordinaria nell'elevazione del marito Tarquinio Prisco, a re di Roma.[...] Non c'era alcunché di più solenne e nel medesimo tempo di più normale dell'arrivo di questa famigliola di ricchi emigranti, il futuro Tarquinio e la moglie Tanaquilla, quando su un carro [...] sul quale erano accatastati i loro  mobili, giunsero un giorno in vista di Roma. Dopo aver viaggiato lungo quella che sarebbe stata la via Aurelia, dalla sommità del Gianicolo, i due coniugi scoprirono. distesa in un'ansa del Tevere, una Roma primitiva, con le sue capanne di contadini e di pasto…

LABIRINTO DELLA MASONE DI FRANCO MARIA RICCI

Labirinto, collezione privata e mostra di Carlo Mattioli

FILIPPO ALBERTIN: ANNI LUCE