Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2009

VISUALIZZAZIONI BLOG

...PENSATE SE QUESTA STORIA FOSSE VERA ...

Pensate di andare a studiare in un'altra città, di affittare una camera in una casa dove già abita una coinquilina. Di spolverare e aprire un cassetto nell'ingresso dove al suo interno c'è una pistola con l'impugnatura nera con dei disegni floreali o bianchi o argentati. Pensate di raccontare l'accaduto alla coinquilina e che lei sostenga che la pistola è della padrona di casa. Cosa fareste?
a) pensereste che è una pistola giocattolo e fareste finta di niente?
b) nel dubbio, non intendendovene chiedereste spiegazioni alla padrona di casa?
c) pensereste che c'entra qualcosa il fidanzato della coinquilina che va sempre in America Latina?

GADAMER: DECOSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE

Accanto ai suoi [di Heidegger] tentativi di lasciarsi alle spalle il “linguaggio della metafisica” con l’aiuto del linguaggio poetico di Hölderlin, solo due vie mi sembrano percorribili e sono state percorse per mostrare, contro l’autoaddomesticamento ontologico che è proprio della dialettica, un cammino che conduca all’aperto. Una è la via che dalla dialettica risale al dialogo e al colloquio. Questa via ho cercato di percorrerla io stesso con la mia ermeneutica filosofica. L’altra, che è stata mostrata soprattutto da Derrida, è la strada della decostruzione.
H. G. GadamerDecostruzione e interpretazione in «aut aut»