Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

DIETRO LA NAVE



Dietro la nave, dietro i venti che fischiano,
Dietro le vele bianco-grigie tese ai pennoni e alle corde,
Miriadi di onde si accalcano, sollevano il collo,
Con incessante flusso convergono verso la scia,
Onde dell'oceano gorgoglianti, effervescenti gioiosamente scrutanti,
Onde, onde ondulanti, liquide, mutevoli onde,
Verso quella corrente vorticante, ridenti e spensierate, curvando,
Dove la grande nave veleggiando e bordeggiando smosse la superficie,
Onde più grandi e più piccole, che fluiscono vogliosamente nella distesa dell'oceano,
Scia della nave quando è passata, allegra e scintillante sotto il sole,
Corteo disparato di fiocchi di spuma e dei vari frammenti,
Che segue la nave rapida e maestosa, scortandola sulla sua scia.
Walt Whitman Foglie d'erba
Posta un commento

Post popolari in questo blog

LA DONNA ETRUSCA

Le donne etrusche non soltanto godevano di maggior libertà delle romane nella vita privata, ma esercitavano nella società civile un ruolo preponderante, al quale le matrone della Roma antica non potevano aspirare, malgrado l'autorità ben meritata per le loro virtù. Ciò risulta in modo perspicuo dal personaggio Tanaquilla, quale Tito Livio lo descrisse non senza stupore, e nella parte assunta da questa donna straordinaria nell'elevazione del marito Tarquinio Prisco, a re di Roma.[...] Non c'era alcunché di più solenne e nel medesimo tempo di più normale dell'arrivo di questa famigliola di ricchi emigranti, il futuro Tarquinio e la moglie Tanaquilla, quando su un carro [...] sul quale erano accatastati i loro  mobili, giunsero un giorno in vista di Roma. Dopo aver viaggiato lungo quella che sarebbe stata la via Aurelia, dalla sommità del Gianicolo, i due coniugi scoprirono. distesa in un'ansa del Tevere, una Roma primitiva, con le sue capanne di contadini e di pasto…

LABIRINTO DELLA MASONE DI FRANCO MARIA RICCI

Labirinto, collezione privata e mostra di Carlo Mattioli

FILIPPO ALBERTIN: ANNI LUCE