Passa ai contenuti principali

VISUALIZZAZIONI BLOG

STUART MILL



Nei grandi problemi della vita la verità è una questione di riconciliazione e combinazione di opposti talmente delicata che pochissimi intelletti sono sufficientemente capaci e imparziali per tentare di trovarne la soluzione solo in parte corretta, che finisce invece per dipendere dalla lotta cruenta tra combattenti di opposte fazioni. In ognuna delle grandi questioni aperte enumerate in precedenza, se una delle due opinioni ha più diritto dell’altra, non solo di essere tollerata, ma di essere incoraggiata e sostenuta, è quella che in un dato momento e luogo si trova in minoranza. Rappresenta allora gli interessi trascurati, la parte del benessere umano che corre il rischio di non ricevere quel che le spetta. Sono consapevole del fatto che in questo paese non esiste alcuna intolleranza per le differenze di opinione sulla maggior parte delle questioni; e sono addotte per dimostrare, con esempi legittimi e molteplici, l’universalità del fatto che allo stato attuale dell’intelletto umano una uguale opportunità nei confronti di tutti gli aspetti della verità si crea soltanto attraverso la diversità di opinione. Se troviamo persone che sono un’eccezione all’apparente unanimità degli uomini, anche se questi ultimi sono nel giusto, è sempre probabile che i dissenzienti abbiano qualcosa di importante da dire in proprio favore e che, se tacessero, la verità perderebbe qualcosa.
Stuart Mill Della libertà di pensiero e discussione
1 commento

Post popolari in questo blog

LA DONNA ETRUSCA

Le donne etrusche non soltanto godevano di maggior libertà delle romane nella vita privata, ma esercitavano nella società civile un ruolo preponderante, al quale le matrone della Roma antica non potevano aspirare, malgrado l'autorità ben meritata per le loro virtù. Ciò risulta in modo perspicuo dal personaggio Tanaquilla, quale Tito Livio lo descrisse non senza stupore, e nella parte assunta da questa donna straordinaria nell'elevazione del marito Tarquinio Prisco, a re di Roma.[...] Non c'era alcunché di più solenne e nel medesimo tempo di più normale dell'arrivo di questa famigliola di ricchi emigranti, il futuro Tarquinio e la moglie Tanaquilla, quando su un carro [...] sul quale erano accatastati i loro  mobili, giunsero un giorno in vista di Roma. Dopo aver viaggiato lungo quella che sarebbe stata la via Aurelia, dalla sommità del Gianicolo, i due coniugi scoprirono. distesa in un'ansa del Tevere, una Roma primitiva, con le sue capanne di contadini e di pasto…

LABIRINTO DELLA MASONE DI FRANCO MARIA RICCI

Labirinto, collezione privata e mostra di Carlo Mattioli

FILIPPO ALBERTIN: ANNI LUCE